X

STUDIO LEGALE BONSEGNA

LE NEWS

  • CORRUZIONE TRA PRIVATI e 231: REATO IN VIA DI REVISIONE.

    Come è noto la fattispecie di corruzione tra privati, prevista nell’art 2635 c.c., non recepisce pienamente i contenuti della decisione quadro 2003/568/GAI. Lo ha ammesso, nei confronti della Commissione europea che adombrava la possibilità di una procedura di infrazione, lo stesso Governo italiano, nel marzo 2016. Infatti, l’adeguamento della normativa […]

  • LA PRESCRIZIONE DELL’ILLECITO NELL’AMBITO DEL D. LGS. 231/2001

      La disciplina della prescrizione contenuta nel d. lgs 231/2001 si discosta da quella penalistica di cui agli artt. 157 e ss. c.p., essendo modellata sul tipo di prescrizione dettata in ambito civilistico dagli artt. 2943 e ss. C.c. e di quella prevista in materia di sanzioni amministrative dall’art. 28 […]

  • IL RESPONSABILE ANTICORRUZIONE DI UNA SOCIETÀ IN CONTROLLO PUBBLICO NON È INCANDIDABILE ALLE ELEZIONI AMMINISTRATIVE LOCALI.

    Come noto, la Legge Anticorruzione n. 190 del novembre 2012 – che ha introdotto Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione” – dispone, nell’ottica di contrastare fenomeni corruttivi in seno alla Pubblica Amministrazione, l’istituzione di un organo di controllo interno a ciascuna P.A., […]

  • LE DICHIARAZIONI SULLA RESPONSABILITÀ DI UN SOGGETTO TERZO RESE DALL’INDAGATO IN SEDE DI INTERROGATORIO.

    Durante l’interrogatorio formale davanti alla P.G. (delegata dal P.M.), nelle indagini su reati a concorso necessario, accade spesso che l’indagato, con le proprie dichiarazioni, evidenzi profili di responsabilità penale di un soggetto terzo, fino ad a quel momento non indagato. Si tratta della c.d. “chiamata di correo propria”: l’art. 192, […]

  • IL DIRITTO ALLA RETRIBUZIONE DELL’AMMINISTRATORE.

    Nessuna norma di legge impone, espressamente, l’attribuzione di un compenso all’amministratore, non essendo al medesimo applicabile l’art. 1709 sul mandato (che, invece, si presume oneroso), né derivando alcuna presunzione dall’art. 2389; dunque, l’incarico può essere gratuito. Qualora, in ipotesi, i soci e l’amministratore non abbiano pattuito alcun compenso, né risulti […]

  • Nulla l’ordinanza di demolizione priva di una completa e precisa individuazione del bene da acquisire al patrimonio

    TAR PUGLIA, Lecce, Sez. III – 26 novembre 2009, n. 2854 DIRITTO URBANISTICO – Ordinanza di demolizione – Esistenza di un sequestro penale – Circostanza scriminante nei riguardi dell’autore dell’abuso – Esclusione – Istanza di dissequestro. L’esistenza di un sequestro penale non rende di per sé illegittima l’ordinanza di demolizione, sul […]

  • Autoriciclaggio e 231

    Con l’entrata in vigore della l. n. 186/2014, in data 1.1.2015, viene introdotto nell’ordinamento il delitto di “autoriciclaggio”, previsto dall’art. 648-ter c.p. che così legge: “Si applica la pena della reclusione da due a otto anni e della multa da euro 5.000 a euro 25.000 a chiunque, avendo commesso o […]

  • Regolamento rating della legalità

    Con D.M. 20 febbraio 2014 n. 57 pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 7.4.2014, è stato approvato il regolamento attuativo che individua le modalità con cui la PA e le banche devono tenere conto del rating della legalità. Si ricorderà che il decreto liberalizzazioni nel testo convertito in legge nel marzo […]

  • Linee Guida Fise Assoambiente

    Il 25 febbraio 2016 FISE Assoambiente, con la collaborazione di Certiquality, ha predisposto le Linee Guida con la finalità di supportare, attraverso indicazioni e misure frutto della pratica aziendale, le imprese nell’identificazione delle attività “sensibili” ai sensi del d. lgs. 231/2001. Sono richiamate la pianificazione dei conferimenti/trasporti, la gestione dei […]

RASSEGNA STAMPA